Menù

Corso di formazione – L’accertamento dell’età dei MSNA: la conduzione della procedura multidisciplinare presso il Servizio Sanitario

Data: 7 Ottobre 2021 - 18 Novembre 2021
Ora: 16:00 - 17:00

Per info e contatti

Email:
Telefono:


Descrizione Evento

07/10/2021 18/11/2021
Webinar Zoom,

Essere identificato come minore costituisce il presupposto essenziale affinché un straniero minorenne possa beneficiare delle misure di protezione alle quali ha diritto in quanto minore. L’insieme delle procedure attraverso cui si cerca di stabilire l’età anagrafica di un individuo acquista dunque un’importanza cruciale, in considerazione del fatto che erronee procedure in materia di accertamento dell’età possono condurre al mancato rispetto ed alla violazione di alcuni diritti fondamentali del minore.

L’identità di un minore straniero non accompagnato è accertata dalle Autorità di Pubblica Sicurezza.

Solo in extrema ratio e nei casi in cui permangano dubbi fondati in merito all’età dichiarata dal presunto minore e non sia stato possibile accertarne l’età attraverso un documento anagrafico, l’Autorità Giudiziaria può disporre l’accertamento dell’età in sede sanitaria.

Nel 2017 il Servizio Sanitario della Regione Marche ha implementato il “Protocollo per l’identificazione e l’accertamento olistico multidisciplinare dell’età dei Minori Non Accompagnati” approvato dalla Conferenza delle Regioni nel 2016, costituendo le équipes multidisciplinari nell’ambito del SSR Marche e sottoponendole ad una formazione ad hoc.
Dal momento che il 9/7/2020 è stato approvato dalla Conferenza Unificata il “Protocollo multidisciplinare per la determinazione dell’età dei minori stranieri non accompagnati” (73/CU del 9/7/2020), al fine di darne piena attuazione a livello regionale, nell’ambito del Progetto regionale FAMI2219 sarà fornito un aggiornamento alle équipes del SSR Marche già operanti e agli assistenti sociali degli Ambiti Territoriali Sociali e delle Prefetture, ampiamente coinvolti nell’attuazione della L. 47/2017. Nel percorso di formazione / azione saranno anche coinvolti psicologi, pediatri, neuropsichiatri e mediatori interculturali.

Skip to content