Menù

CURE PALLIATIVE E COMFORT CARE IN ETA’ EVOLUTIVA: interazione tra aspetti psicologici e clinici. Progettazione di un percorso interdisciplinare

Data: 22 Ottobre 2021
Ora: 09:00 - 18:00

Per info e contatti

Email:
Telefono:

Luogo: Link Evento


Descrizione Evento

22/10/2021 08:30 22/10/2021 16:45
AUDITORIUM MONTESSORI Facoltà di Medicina e Chirurgia Polo Murri, Via Tronto 10/A, Torrette di Ancona (AN)
Telefono: 071202123
Fax: 071202447

Le Cure Palliative rappresentano un approccio di cura, il cui obiettivo non è la guarigione
della malattia ma la presa in carico di tutte le problematiche della persona malata,
cercando di rispondere ai bisogni dei bambini, delle loro famiglie e dello staff per offrire un
accompagnamento dignitoso e supportato nella malattia. La centralità della persona è dunque
la chiave di volta per disinnescare le conseguenze derivanti dalla condizione patologica che
ha condotto il paziente al “fine vita”. Le cure palliative, in sostanza, cercando di rispondere alle
esigenze primarie e secondarie dello stesso, e che pur non potendo rispondere alla drammatica
domanda”perché?” cercano di soddisfare tutte le esigenze, sia sotto il profilo psicologico che
medico, senza tralasciare gli aspetti più intimi come quello religioso ed etico, sociale e giuridico.
Un approccio orientato al “comfort care”, inteso come trattamento di cura per il benessere e il
conforto del paziente, e di chi lo accompagna nel suo ultimo tratto di vita, avendo cura delle
esigenze e delle diversità, con professionalità e correttezza, tenendo sempre presente che la
fragilità è insita nell’essere umano come l’empatia e il rispetto. La ragione profonda del comfort
care risiede dunque nel fatto che, anche quando sappiamo che il paziente non potrà guarire, il
trattamento medico può certamente migliorare la qualità della vita. Questo convegno è stato
pensato per suggerire un nuovo modo di vedere la persona, ovvero a 360°, anche quando
il paziente è un neonato o un bambino, così fragile e così indifeso. Il confronto tra i diversi
professionisti che operano in questo campo può e deve portare a un reale e vero percorso
interdisciplinare, in cui il soggetto fragile è al centro del pensiero di tutti gli attori.

“ Tutti i neonati e bambini che si accingono ad un fine vita hanno il diritto di vivere la loro vita,
anche se per pochi attimi fino in fondo, perché quella è la loro vita”
Elvira Parravicini

Vania Bontempi PROMISE GROUP SRL

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content