Menù

Giustizia Riparativa

Data: 29 Settembre 2016
Ora: 09:00 - 18:00

Per info e contatti

Email:
Telefono:

Luogo: Link Evento Ordine Psicologi Marche
Via Calatafimi, 1 Ancona


Descrizione Evento

29/09/2016 14.00 30/09/2016 17.30
Spazio Congressi dell' Hotel Vienna Ostenda, Viale Regina Elena, 11 Marina Centro, Rimini, Rimini
Telefono: 0644230403
Fax: 06a4117455

Seminario Nazionale
“La pena oltre il carcere: territorio, comunità e mediazione”
Il seminario nasce dall’esigenza di un momento di confronto e formazione condivisa sulla giustizia riparativa.
L’evoluzione degli strumenti normativi da una parte e la maturazione di alcuni percorsi di confronto fra autori e vittime di reato pongono le nostre realtà di fronte all’esigenza di affrontare collettivamente l’argomento della giustizia riparativa. Negli ultimi anni molto spesso le comunità per adulti hanno ospitato persone condannate in percorsi alternativi alla detenzione, non solo finalizzati ad una presa in carico per consumi problematici di sostanza stupefacenti.

La letteratura in materia evidenzia che la responsabilità, ogni volta che si parla di giustizia riparativa, non ha più (sol)tanto a che fare con l'essere "responsabili di” qualcosa e “per qualcosa”, ma è intesa come un percorso attivo che conduce i soggetti in conflitto a essere "responsabili verso " (a rispondere l’uno verso l’altro). Coerentemente, i programmi di RJ, in Europa e altrove, convergono nel chiedere all’autore di reato di attivarsi per promuovere concrete attività riparative nei confronti della vittima e della sua comunità di appartenenza, lungo un percorso che deve condurlo a rielaborare il conflitto e i motivi che lo hanno causato, nonché a riconoscere e a elaborare la propria responsabilità (cit. Ministero della Giustizia)

Operativamente i nuovi strumenti di giustizia possono essere identificati nella Messa alla Prova per Adulti che affianca i precedenti percorsi per Lavori di Pubblica Utilità, questi strumenti prevedono che l’esercizio della giustizia non sia demandato interamente ai Tribunali, alla Magistratura, alle carceri, ma venga condiviso con la società civile, che diviene parte attiva del percorso riparatore proponendo soluzioni pratico-operative finalizzate a creare valore collettivo e che possano riempire di senso il momento dell’espiazione della pena e della messa alla prova.
Le pratiche di giustizia riparativa attivano un cammino responsabilizzante in un’ottica di comunità, l’adesione ad un percorso riparativo dovrebbe concorrere a ricomporre quel “patto di cittadinanza” che è stato infranto. È l’idea di una gestione della pena e delle conflittualità maggiormente democratica e condivisa, nell’ottica per cui il primo bene da tutelare sono le relazioni tra esseri umani.
Oltre alla parte operativa delle pene alternative alla detenzione per imputati di reati minori che si riempie di contenuti nella strutturazione di percorsi di Messa alla Prova, la giustizia riparativa può coinvolgere anche autori e vittime di reati più importanti, quando entrambi consenzienti, in percorsi di mediazione penale che coinvolgono in maniera profonda coloro che li affrontano con la collaborazione ed il supporto di mediatori professionisti.
Il seminario proverà ad affrontare i diversi aspetti della Giustizia riparativa e della mediazione penale anche nel confronto con l’esperienza storca della Messa alla Prova per minori, strumento presente nella normativa italiana da molti anni.

CNCA

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content