Menù

Master Universitario di II Livello in Psicologia Giuridica in Ambito Civile e Penale – Adulti e Minorile

Data: 11 Gennaio 2013
Ora: 09:00 - 18:00

Per info e contatti

Email:
Telefono:

Luogo: Link Evento Ordine Psicologi Marche
Via Calatafimi, 1 Ancona


Descrizione Evento

11/01/2013 12/01/2014
via Nazionale, 163, Roma (RM)
Telefono: 064828136 – 064828171
Fax: 064880867

PRESENTAZIONE DEL MASTER

Il Master di Neuropsicologia clinica è organizzato dall’Università Europea di Roma – Ambito Laurea in Psicologia e dall’Istituto Skinner di Roma.

Centrato sull’insegnamento pratico dei Test di primario impiego per la Diagnosi e la Stesura della Perizia, al servizio di una Psicodiagnostica Peritale di eccellenza.

La Psicologia Giuridica è una disciplina che nasce dall’interazione tra la psicologia ed il diritto e si riferisce ad un’estesa varietà e complessità di compiti che la professionalità psicologica è chiamata a sostenere e a compiere con la qualità che viene attesa dai Magistrati, dagli Avvocati e da altre figure coinvolte nella tutela del diritto dell’adulto e del minore.

Si suddivide in quattro aree principali: quella giudiziaria (si occupa del repertorio psichico degli attori del processo), quella criminale (studia le vittime,gli autori del reato e il contesto dell’azione criminale), quella forense ( si riferisce alle variabili psicologiche utili al fine della valutazione giudiziaria), quella rieducativa (studia il valore della pena e della rieducazione nelle sue componenti psicologiche).
Se fino ad un passato non troppo lontano, il bisogno di accertamento e valutazione peritale veniva coperto prevalentemente da professionisti di formazione medico-psichiatrica, oggi viene maggiormente compreso il valore della professionalità psicologica e soprattutto dell’Esperto in Psicologia Giuridica.
A fronte di questo continuo e positivo accrescersi della richiesta di risposta professionale, non si è però assistito al giusto rafforzamento di un’offerta formativa idonea ad assicurare la qualità,o augurabilmente, l’eccellenza dell’operare nella varietà e difficoltà dei compiti proposti.

L’Esperto in Psicologia Giuridica trova un importante impiego:
• nell’attività libero professionale in ambito clinico-peritale come Consulente tecnico di ufficio (CTU) del Pubblico Ministero o Perito del Giudice, e come Consulente tecnico di parte (CTP) degli Avvocati. (art. 327 bis c.p.p.).
• come Giudice Onorario presso il Tribunale dei Minorenni (art. 4 legge n° 1441 del 27.12.1956 e successive modifiche)
• come Giudice Onorario presso la Corte di Appello del Tribunale dei Minorenni (art. 4 legge n°1441 del 27.12.1956 e successive modifiche).
• come Perito presso il Tribunale dei Minorenni (art. 221, art. 225 e 232 c.p.p.)
• come Collaboratore nei Centri per la Giustizia Minorile (art. 6 D.P.R. n° 448 per concorso pubblico)
• come Collaboratore Ausiliario della Polizia Giudiziaria (se il Consulente è anche un Funzionario di Polizia Giudiziaria art. 225 e 232 c.p.p.)
• come CTU o CTP in materia di separazione,divorzio e affidamento di minori,nella mediazione familiare ,come Consulente tecnico in materia di adozione nazionale e internazionale
• come Perito nelle cause di nullità matrimoniale presso il Tribunale Ecclesiastico
• come Perito nella valutazione dei danni di natura psichica,nella valutazione dell’invalidità civile,per la concessione della patente e del porto d’armi,nella valutazione del danno da Mobbing
• come Esperto presso il Tribunale di Sorveglianza
• etc.

Il programma del Master in Psicologia Giuridica è strutturato in 10 unità di apprendimento:
1. Introduzione alla Psicologia Giuridica
2. Fondamenti di Psicopatologia e Ruolo dello Psicologo nell’Ordinamento Giudiziario
3. Psicologia Giuridica in Ambito Civile
4. Psicologia Giuridica in Ambito Penale
5. Psicologia Giuridica in Ambito Minorile
6. Psicologia Giuridica in Ambito Canonico
7. Psicologia Giuridica in Ambito Assicurativo e della Tutela sociale
8. Protocolli Deontologici
9. Tirocinio
10. Tesina e prova finale
Suddivise in 18 moduli:
1. Fondamenti di psicologia Giuridica
M-PSI/05 Definizione della Psicologia Giuridica
IUS/17 Elementi di Diritto Penale generale e speciale
IUS/17 Procedimento, ruoli e gradi della giustizia
M-PSI/05 Relazione tra Diritto e Psicologia in ambito forense
2. Psicopatologia del bambino e dell’adolescente
M-PSI/04 Categorie dello sviluppo
M-PSI/04 Sviluppo relazionale, Sviluppo motorio, Sviluppo cognitivo
MED/39 Neuropsichiatria infantile
Disturbi del corpo, Disturbi della cognizione, Disturbi dell’intelletto, Disturbi degli affetti, Disturbi delle condotte, Disturbi dello sviluppo
M-PSI/08 Psicopatologia dell’infanzia e dell’adolescenza
Disturbi neuro-psichiatrici, Disarmonie evolutive, Reazioni psicologiche al disturbo, Reazioni del nucleo familiare, Conseguenze relazionali, Conseguenze psicosociali
M-PSI/08 Manifestazioni di psicopatologia dell’età evolutiva
Psicopatologia relazionale precoce
MED/25 Sistemi di classificazione diagnostica
Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali DSM IV-TR
Classificazione internazionale delle sindromi e dei disturbi psichici e comportamentali (ICD 10)
Classificazione diagnostica: 0 –3 “ Developmental Psychopatology”
3. Psicopatologia forense
MED/25 I disturbi di personalità
MED/43 Personalità abnormi e criminalità
MED/25 Reazioni e condotte normali, abnormi e patologiche
MED/25 Il Disturbo Post-Traumatico da Stress
IUS/17 Il reato d’impeto e l’impulso irresistibile
MED/25 Sindromi confusionali e deliranti acute
MED/25 Fisiologia e Patologia del sonno: le parasonnie
MED/43 I comportamenti sessuali devianti e criminali
MED/43 Insufficienze mentali e criminalità
MED/25 L’intossicazione da alcol e da sostanze stupefacenti
MED/43 I traumi cranio-encefalici in psichiatria forense
MED/43 La patologia senile e le demenze
MED/43 Schizofrenie e criminalità
MED/43 Psicosi affettive e criminalità
4. Lo Psicologo nell’Ordinamento Giudiziario: Ruolo e Funzioni
IUS/15 Il Giudice Onorario
Il Giudice Onorario presso il Tribunale di sorveglianza
Il Giudice Onorario presso il T.M.- sezione civile e sezione penale
Compiti e responsabilità
Il potere giurisdizionale del G.O
I compiti del G.O. nell’istruttoria
IUS/15 Il CTU (Consulente Tecnico di Ufficio)
Definizione di Consulenza Tecnica di Ufficio
L’Albo dei Consulenti Tecnici
L’accettazione dell’incarico: casi di incompatibilità, incapacità e inidoneità
Le funzioni del CTU e i suoi Diritti e Doveri
La Responsabilità del CTU
Poteri e discrezionalità del CTU: il segreto d’Ufficio
IUS/15 I CTP (Consulenti Tecnici di Parte)
La Consulenza Tecnica di Parte
Le funzioni del CTP e i suoi Diritti e Doveri
La figura del CTP nei procedimenti civili e penali
Le attività del Consulente di Parte
Rapporti con il CTU e con gli altri
Consulenti Tecnici delle Parti (CC.TT.PP)
M-PSI/05 Lo Psicologo nel carcere
IUS/17 Le carriere criminali
La Legge 26 Luglio 1975 n.354: il percorso rieducativo del detenuto
I detenuti tossicodipendenti e il percorso rieducativo
M-PSI/05 Lo Psicologo nei servizi sociali territoriali
M-PSI/05 Lo Psicologo nelle comunità per minori vittime
M-PSI/05 Lo Psicologo nei centri di assistenza alle vittime di violenza
5. La Consulenza Tecnica in materia di separazione, divorzio e affidamento dei minori
IUS/01 Aspetti giuridici di separazioni e divorzi giudiziali
IUS/01 Il diritto di famiglia
M-PSI/05 Criteri psicologici in tema di capacità genitoriale
M-PSI/03 Metodologia e strumenti di valutazione
L’esame del minore
Il colloquio clinico con gli adulti
WISC-IV – Wechsler Intellicence Scale For Children-IV
WAIS-R-Wechsler Adult Intelligence Scale – Revised
MMPI – 2 Minnesota Multiphasic Personality Inventory
Il Rorschach
TAT –Thematic Apperception Test
CAT – Children Apperception Test
Test della Figura Umana
Test della Famiglia
Stesura della relazione peritale
Esercitazioni pratiche su casi clinici
6. La mediazione Familiare
IUS/01 La normativa in materia di Mediazione Familiare
M-PSI/01 Aspetti etici e deontologici della Mediazione
IUS/01 L’art.15
IUS/01 La legge 54/06 sull’affidamento condiviso dei figli minori
IUS/01 Strumenti di applicazione della legge 54/06
IUS/01 L’applicazione in ambito giudiziale
L’applicazione in ambito extra-giudiziale
M-PSI/08 La Sindrome da Alienazione Genitoriale (P.A.S.)
Sintomi primari
Diagnosi differenziale sul minore
Diagnosi differenziale sul genitore alienante
M-PSI/08 Interventi terapeutici, sociali e giudiziari
Parent Training e Parent connection
M-PSI/05 Esercitazioni pratiche su casi clinici
7. Consulenza Tecnica in materia di adozione nazionale e internazionale
M-PSI/05 Procedure, metodologie e valutazione dell’idoneità: TEST e Colloquio
M-PSI/05 Il processo di inserimento del minore nella famiglia
M-PSI/05 La stesura della relazione peritale
M-PSI/05 La casistica
M-PSI/05 I gruppi di supporto alla genitorialità adottiva
IUS/01 La Commissione per le Adozioni Internazionali (CAI)
IUS/01 Gli Enti Autorizzati
M-PSI/05 Esercitazioni pratiche
8. La Consulenza Tecnica nei casi di violenza o di ipotesi di abuso sessuale sui minori
IUS/16 Aspetti normativi
IUS/16 La procedura penale
IUS/16 Elementi di diritto
IUS/16 La denuncia
IUS/16 L’indagine preliminare
M-PSI/05 L’intervista al bambino
M-PSI/05 L’intervista cognitiva
M-PSI/05 L’intervista strutturata
IUS/16 L’ascolto protetto del minore: l’incidente probatorio
M-PSI/05 La psicologia della testimonianza del bambino
M-PSI/05 La distorsione della memoria, il falso ricordo e la suggestione
M-PSI/03 Strumenti di valutazione
colloquio clinico
protocolli diagnostici standardizzati:
CBCL – Child Behavior CheckList
TRF – Teacher’s Report Form
YSR – Youth Self-Report
K -SADS – PL
CPTSDI – Children’s PTSD Inventory
Strange Situation, Strange Situation modificata,
Separation Anxiety Test
AAI-Adult Attachment Interview
M-PSI/05 La perizia
M-PSI/05 Linee guida in tema di abuso sessuale su minori (carta di Noto)
M-PSI/05 Esercitazioni pratiche su casi clinici
9. La Perizia Psicologica in ambito penale minorile (M-PSI/05)
IUS/16 Il processo penale minorile
IUS/16 Normativa e prassi giuridica relativa alla richiesta del CTU
M-PSI/05 Aspetti psicologici dei minori autori di reato
MED/43 Capacità di intendere e di volere, immaturità psicologica e imputabilità del minore
M-PSI/04 Condotte devianti nell’infanzia e nel’adolescenza
M-PSI/05 La funzione rieducativa della pena
IUS/16 Mediazione penale
M-PSI/05 L’intervento psicologico nelle comunità per minori autori di reato
M-PSI/05 Valutazione del minore deviante: TEST e Colloquio
M-PSI/05 La stesura del progetto educativo individualizzato: obiettivi, metodo e azioni
M-PSI/05 Aspetti deontologici
M-PSI/05 Esercitazioni pratiche su casi clinici
10. La Perizia psicologica nel Codice Canonico
IUS/11 La Legislazione Canonica vigente
IUS/11 Il procedimento canonico nelle cause di nullità matrimoniale
IUS/20 L’atto umano e l’atto giuridico
MED/43 Disturbi psicologici e la capacità di intendere e di volere
M-PSI/04 L’immaturità psicoaffettiva
M-PSI/03 Protocollo psicodiagnostico
M-PSI/05 La perizia
M-PSI/05 Strutturazione della relazione peritale
M-PSI/05 Esercitazioni
11. La valutazione del danno biologico di natura psichica
MED/43 Tipologie di danno psichico
MED/43 Aspetti legislativi e giurisprudenziali
MED/43 Quantificazione del danno: Modello Brondolo Marigliano
Modello Pajardi-Macrì
MED/43 Il nesso di causa
La causalità nel diritto
La causalità in medicina legale
Dimostrazione del nesso di causa
Trasformazione in parametri tabellari
M-PSI/05 Metodologia peritale
M-PSI/05 Protocolli operativi
M-PSI/03 Strumenti psicodiagnostici
M-PSI/05 Stesura della relazione peritale
M-PSI/05 Esercitazioni pratiche su casi clinici
12. La valutazione in ambito assicurativo e della tutela sociale
MED/43 La stima dell’invalidità lavorativa
MED/43 La concessione di patente e porto d’armi
M-PSI/03 Valutazione psicodiagnostica
M-PSI/05 Esercitazioni pratiche
13. La valutazione del danno di natura neurologica
MED/26 Trauma Cranico Encefalico
MED/26 Neuropsicologia delle lesioni frontali: trauma lieve e grandi sindromi frontali
MED/26 Sintomatologia
MED/43 Il nesso di causa
M-PSI/08 Perizia neuropsicologica
M-PSI/08 Colloquio clinico
M-PSI/03 TEST neuropsicologici e psicologici
M-PSI/03 I test per individuare la simulazione
M-PSI/03 Refertazione finale
M-PSI/05 Esercitazioni pratiche su casi clinici
14. La valutazione del danno da mobbing
IUS/07 La definizione giuridica di mobbing
IUS/07 Le norme costituzionali e civili
M-PSI/05 Fasi del Mobbing secondo il modello italiano EGE
IUS/17 Implicazioni penali del mobbing e della "sindrome da falso mobbing"
IUS/07 Le cause di danno psichico
MED/43 Quantificazione del Danno: aspetti medico-legali
MED/25 Patologie Psicosomatiche stress-correlate,
MED/25 Patologia Psicosomatica stress-correlata di interesse Sessuologico
MED/25 Patologia Psicosomatica stress-correlata di interesse Neuropsichiatrico
M-PSI/04 Il Mobbing in età evolutiva
M-PSI/04 Mobbing scolastico: il bullismo
M-PSI/05 Aspetti Etici e Deontologici
M-PSI/03 Strumenti di valutazione: TEST e Colloquio
M-PSI/05 La perizia
15. La valutazione del disturbo di identità di genere
BIO/09 Anatomia e fisiologia della sessualità maschile
BIO/09 Anatomia e fisiologia della sessualità femminile
IUS/01 La normativa
M-PSI/05 La consulenza tecnica
M-PSI/05 La valutazione del D.I.G.
M-PSI/05 La stesura della relazione peritale
M-PSI/05 La casistica
M-PSI/05 Esercitazioni
16. Psicologia criminale e investigativa
M-PSI/05 Psicologia Investigativa
M-PSI/05 Profilo Criminologico
M-PSI/05 L’approccio statunitense: Crime Scene Analysis
M-PSI/05 L’approccio anglosassone: Investigative Psychology.
M-PSI/05 Vittimologia
M-PSI/05 Psicologia della Testimonianza
MED/43 Scena del crimine
M-PSI/05 Il colloquio criminologico
M-PSI/05 La struttura del colloquio criminologico
M-PSI/05 Intervista cognitiva
M-PSI/05 La struttura dell’intervista cognitiva
MED/43 La macchina della verità
MED/43 Grafologia criminologica
M-PSI/03 Test psicologici applicati in criminologia
MED/43 La perizia in criminologia
MED/43 La perizia sulla imputabilità
MED/43 La perizia sulla imputabilità del minore
MED/43 La perizia sulla pericolosità sociale
MED/25 La perizia psichiatrica sulla vittima
17. Strumenti di counseling in ambito penale
M-PSI/05 Counseling legale
M-PSI/05 Counseling in ambito giudiziario
M-PSI/05 Counseling socio assistenziale
M-PSI/05 Counseling con il minore
M-PSI/05 Counseling con gli adulti
18. Protocolli deontologici in psicologia giuridica
M-PSI/05 Linee Guida per lo Psicologo Giuridico in ambito civile e penale
M-PSI/05 Linee Guida per l’utilizzazione dei test in ambito forense dell’Ordine degli Psicologi del Lazio
M-PSI/05 Linee Guida Ordine Psicologi Lazio per la perizia nei casi di abuso e maltrattamento di minore

Il Master è annuale: inizio 11 Gennaio 2013, termine 12 Gennaio 2014.
Il Master prevede un numero di ore complessive pari a 1500 (60 CFU equivalenti), di cui 320 di lezioni frontali, 300 di tirocinio e le restanti ore per la ricerca, l’autoformazione e la stesura della tesina.
E prevista una verifica intermedia con prova scritta e una verifica finale con prova scritta,orale ed elaborazione di una tesina.
Gli iscritti potranno selezionare dal sito il materiale didattico necessario per il percorso di formazione e , in parte, riceverlo in forma cartacea direttamente a lezione.
Il percorso formativo prevede l’effettuazione di un tirocinio clinico di 300 ore.
Il tirocinio potrà essere effettuato in una delle strutture convenzionate con l’Istituto Skinner di Roma o con l’Università Europea di Roma.
Gli iscritti che lavorano in una struttura in cui si svolge attività nell’area della Psicologia Giuridica possono essere esonerati dal tirocinio previa autorizzazione della direzione scientifica del Master.

Requisiti
Il Master in Psicologia Giuridica in Ambito Civile e Penale – Adulti e Minorile è riservato ai laureati in Psicologia (specialistica o vecchio ordinamento), ai laureati in Medicina e Chirurgia e agli psicoterapeuti.
L’Ammissione al Master è consentita sulla base della valutazione della documentazione pervenuta (che deve includere il curriculum vitae,la certificazione della laurea con l’elenco degli esami sostenuti e rispettiva votazione ed altra documentazione utile a completare il profilo del candidato) e sulla risultanza del colloquio preliminare all’iscrizione.
Il modulo di richiesta per il colloquio di selezione è scaricabile direttamente dal Sito dell’Istituto Skinner. www.istituto-skinner.it
Iscrizione
L’iscrizione deve essere effettuata entro il 20 Dicembre 2012, ed è possibile a chi ha ricevuto comunicazione della propria ammissione ed ha provveduto al pagamento della I rata.
Il modulo d’iscrizione è scaricabile direttamente dal Sito dell’Istituto Skinner. www.istituto-skinner.it

Le lezioni si svolgeranno presso la sede dell’Istituto Skinner di Roma.
La quota complessiva di partecipazione al Master è di 4250 Euro pagabili in 3 rate

Istituto Skinner Istituto Skinner Formazione e Ricerca srl

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content