Menù

Prevenzione, diagnosi e cura delle Patologie da Dipendenza: una proposta sostenibile ed efficace ai bisogni della collettività

Data: 16 Giugno 2022
Ora: 08:00 - 16:10

Per info e contatti

Email:
Telefono:

Luogo: http://www.publieditweb.it/paginephp/eventi/evento/evento_info.php?id=410


Descrizione Evento

L’Evento focalizza l’attenzione sulla Patologia da Dipendenza (Addiction) come malattia multifattoriale che si manifesta a seguito dell’interazione di fattori biologici (genetici, biochimici, ecc.), psicologici (umore, personalità, comportamento ecc.) e sociali (culturali, familiari, socioeconomici, ecc.). La prevenzione e la terapia richiedono una tipologia di intervento (come quello già prefigurato nella legge 685/75) tramite modelli validati dall’EBM e dall’EPM: il modello bio-psico-sociale prevede infatti PDTA con approccio interdisciplinare e multiprofessionale diversificati rispetto al comune modello biomedico applicato in altri settori della sanità, che attribuisce la malattia principalmente a fattori biologici che il medico deve identificare e correggere. Sulla base di tali acquisizioni, i SerT si aprirono dapprima alla presa in carico dei soggetti affetti da dipendenza da alcol, tabacco e sostanze illegali, e successivamente a coloro che lamentavano dipendenza da comportamenti, come ad esempio il Gioco d’Azzardo: ecco allora la “T” di Tossicodipendenza trasformarsi nella “D” di Dipendenza (patologica) – SerD. Inoltre, l’Evento approfondisce il valore del Sistema Integrato SerD-Privato Sociale in termini di razionalizzazione tecnico professionale con ricadute economico-sociali, analizzando le risposte del SSN di fronte ai nuovi bisogni di prevenzione assistenza e cura, con l’approccio multidisciplinare di équipe e l’integrazione con il Sistema Privato Sociale accreditato. Si esamineranno inoltre le caratteristiche essenziali ed indispensabili della risposta dei SerD agli attuali fenomeni di Dipendenza e i compiti che i LEA affidano ai Servizi, con la straordinaria apertura a nuove opportunità di innovazione a partire da modelli storicamente affermati, anche nella direzione degli elementi fondanti del PNRR (HIV, HCV, RDD, CML, “vecchie” e “nuove” dipendenze, le UDS, unità mobili farmacologiche, test rapidi, ecografia on-site ecc.). Un confronto tra Esperti esaminerà anche il ruolo della formazione nella disciplina, con particolare riguardo a quella accademica dei professionisti delle dipendenze patologiche, in quanto risulta indispensabile avere un’omogeneità anche dal punto di vista della preparazione scientifica e clinica, oltre che costruire percorsi professionalizzanti che prevedano uno sbocco lavorativo certo nel sistema di cura delle dipendenze. Si valuterà inoltre il ruolo dei modelli organizzativi rispetto ai condizionamenti sull’attività clinica.

Dott. Giuseppe Reale Publiedit s.a.s.

Skip to content