Menù

XVII GIORNATA NAZIONALE DEL TRAUMA CRANICO "Le disabilità cognitive e comportamentali dopo trauma cranico: il vissuto e la scienza"

Data: 12 Dicembre 2014
Ora: 09:00 - 18:00

Per info e contatti

Email:
Telefono:

Luogo: Link Evento Ordine Psicologi Marche
Via Calatafimi, 1 Ancona


Descrizione Evento

12/12/2014 15:30 13/12/2014 17:00
Teatro delle Muse – Piazza della Repubblica, Ancona
Telefono: 0733689400
Fax: 0733689403

La Giornata Nazionale del Trauma Cranico dal 1999 è l’occasione per un incontro
tra le professioni sociali e sanitarie e le persone con esiti di trauma cranico e le
loro famiglie.
Un confronto di saperi, quello tecnico dei professionisti e quello dell’esperienza
di pazienti e familiari, entrambi fondamentali per definire le vere priorità nella vita
delle persone con esiti di trauma cranico e quindi focalizzare la ricerca scientifica
e l’organizzazione e la gestione dei servizi sanitari e sociali.
Il convegno del 2014, oltre a ribadire la fondamentale importanza dell’alleanza
tra pazienti, famiglie e professionisti, vuole porre l’accento sul fatto che di tale
alleanza è altrettanto fondamentale che facciano parte gli enti e i professionisti
responsabili della programmazione sanitaria, che debbono avere piena
consapevolezza sia della complessità dei bisogni a cui danno risposta sia della
necessità che tali risposte si sviluppino senza soluzione di continuità a partire
dall’evento traumatico e per tutta la vita delle persone con esiti di trauma cranico,
in modo proporzionato e appropriato alle loro condizioni.
Argomento portante del convegno saranno le menomazioni delle funzioni cogni-tive e del comportamento, presenza costante, in forma più o meno grave, nel
vissuto delle persone con esiti di trauma cranico, in grado di condizionare in
maniera decisiva, spesso più ancora che le menomazioni delle funzioni motorie
e sensoriali, il grado di disabilità, la qualità della vita, le relazioni familiari e sociali,
le possibilità di partecipare alle attività della vita sociale ed in particolare di
determinare se e in che modo è possibile il reinserimento lavorativo.
Per questo motivo, a partire dalla descrizione aggiornata, da parte di tecnici
esperti, delle cause, della natura e delle possibilità di trattamento riabilitativo, si
svilupperà un dialogo a più voci che avrà come oggetto soprattutto le
conseguenze sociali delle menomazioni cognitive e del comportamento, con
particolare enfasi per le esperienze di reinserimento lavorativo ed occupazionale
non lavorativo, attraverso il racconto degli utenti, la presentazione di progetti
sperimentali ma anche di esperienze ormai consolidate spesso frutto della
collaborazione tra enti pubblici, associazioni degli utenti, rappresentanti del
mondo dell’impresa e professionisti del sociale e della sanità.

Il Congresso è rivolto a tutti i Cittadini e in particolare alle Persone con esiti di grave
cerebrolesione acquisita, ai loro Familiari, ai Politici, ai Responsabili delle ASL, agli Operatori delle U.O. di Rianimazione, di Neurochirurgia, di Riabilitazione, ai Volontari delle Associazioni, agli Assistenti Sociali e a tutti gli operatori sociali e sanitari interessati.

Il Convegno è accreditato per le seguenti professioni ECM:
– Medico con specializzazione in: geriatria, medicina fisica e riabilitazione, neurologia, psichiatria,
igiene epidemiologia e sanità pubblica, medicina del lavoro e sicurezza ambienti di lavoro,
medicina generale
– Psicologo
– Educatore professionale
– Fisioterapista
– Infermiere
– Logopedista
– Terapista occupazionale

Istituto di Riabilitazione S.Stefano

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content